The Idea Print
Cenote World and '.... "A feeling" ... that was born while sipping a "Margarita" in the lovely pool in a hotel lost in the dense thicket of Akumal, in the Mexican state of Quintana Roo.

palapaandlagoon poolandwaterfall

But let's start from the beginning in July 2007, we hired a car in Cancun and we started to wander to Mexico trying to reach all the tourist and archaeological reported on the classic guide, the beautiful and ... 'when you're there do you kidnap to everything around you and understand that, fortunately, we can not be limited to seeing only what is described in tourist guides! ... Then you start thinking "... why some things are not mentioned in the guides?".
We continue our journey to discover the charming beauty of the sunset in Isla Holbox, where we have our first meeting, in open water, with the whale shark!. ... In that moment we again find yourself thinking "... why even this place is not correctly advertised?".
Poi, proseguendo il nostro viaggio, visitiamo siti archeologici come Chitchen Itzà e Uxmal, anche qui ci accorgiamo che, al di fuori delle visite organizzate per i turisti, esistono meraviglie, ignote ai più, che per nostra grande fortuna e curiosità abbiamo potuto visitare (cercando delle guide locali alle quali abbiamo lasciato intendere che non ci saremmo accontentati del solito giro veloce!!!).
La nostra tappa successiva è la nota Riviera Maya (forse uno dei luoghi più conosciuti dal turismo di massa dell’intero Messico), con l’intenzione, visto che (è vero!!…Non ve lo abbiamo ancora detto!!) siamo dei subacquei, di fare delle immersioni un po’ particolari in alcuni laghetti che si aprono proprio nella giungla della zona.
Qui, sempre perché non siamo abituati a seguire gli standard suggeriti dai tour operators, prendiamo alloggio in una piccola posada nella giungla di Akumal (località a circa 30 km a Sud di Playa del Carmen) dove, appena arrivati, ci siamo detti “….certo che qui non ci trova proprio nessuno!,….siamo  davvero lontani dal comune concetto di civiltà!!” (scoprendo, invece, nei giorni successivi, con nostra grande sorpresa, che non ci sarebbe mancato nessun confort!….a partire dalla spettacolare veranda, con una fantastica brezza marina, per proseguire con la gustosissima cucina italiana e finire con la graziosa piscina, dove lasciarsi cullare in un bagno defatigante, dopo le immersioni, sorseggiando un drink o un ottimo vino italiano!!!).

terraza suite1

Insomma ci siamo ritrovati in un posto ameno immerso nella natura più selvaggia!! ...E qui ci siamo chiesti di nuovo “….come mai anche questo posto non è affatto conosciuto?….Certo sarebbe bello farlo apprezzare ai nostri amici!…”.
Il giorno seguente iniziamo il nostro programma di immersioni nei “cenotes” (si, è questo il nome che gli spagnoli hanno dato a questi specchi d’acqua dolce sui quali avevamo reperito alcune informazioni navigando nel WEB) e,  nel momento stesso in cui ci siamo immersi per la prima volta nelle acque di una di queste meraviglie della natura, siamo stati rapiti dalla magia che riescono a trasmetterti i loro ambienti. I fantastici giochi di luce che si creano al loro interno, l’incredibile trasparenza e calore delle acque, sono un mix che provoca una mistica incredulità.
Dopo circa 10 giorni siamo tornati a casa e, nel mostrare le foto e i filmati, anche subacquei, dei luoghi in cui eravamo stati, ci siamo resi conto che qui nessuno, ed ancor meno i nostri amici sub, aveva la percezione di quanto possa essere affascinante il Messico con la sua cultura, l’arte, la sua gente, la sua natura e le bellissime immersioni.
Allora ci siamo detti  “ …dobbiamo fare qualcosa! …dobbiamo fare in modo che si possa dare una risposta alla domanda che ci ha accompagnato e fatto riflettere durante tutta la nostra permanenza in Messico …come mai questo posto non è giustamente pubblicizzato?”.
Così prende vita Cenote World e la nostra “sensazione” iniziale si trasforma nell’idea di far conoscere certi luoghi, certe realtà, oggi sconosciute ai più e che, per il loro fascino o rara bellezza, hanno fatto nascere nella nostra mente quella domanda.
Pubblicizzare, perciò, luoghi, aziende, servizi che con la loro peculiarità, la loro unicità, fanno porre quella domanda… è la nostra idea.
Ci auguriamo davvero di poterla condividere.

Roberta e Marco